Studio Lemme

“I rimedi concessi al privato contro i provvedimenti di tutela: le alternative possibili”. Un articolo di Fabrizio Lemme per il Giornale dell’Arte.

pubblicazioniLa tutela privilegiata dei beni culturali comporta, come è noto, una serie di conseguenze mortificatorie per la proprietà privata: la rimozione ed il restauro possono essere attuati solo previa autorizzazione della Soprintendenza competente, la vendita è sottoposta alla condizione sospensiva negativa del mancato esercizio del diritto di prelazione da parte dello Stato dopo l’obbligatoria comunicazione di un accordo preventivo, ecc.. Tale tutela privilegiata si realizza nel momento in cui l’amministrazione dichiara l’interesse particolarmente importante del bene culturale, ai sensi dell’art. 13 del D.lgs. 42/04.

L’articolo

Chiudi il menu